fbpx
Partenopeismi

I numeri di Crotone-Napoli: Sarri, 60 panchine totali e 30 vittorie in A!

Il Napoli ritorna da Crotone con il sorriso e 3 punti dopo altrettante sconfitte consecutive tra campionato e Champions che lo riportano a ridosso dell’alta classifica.

Ecco alcuni dati statistici significativi del match che ha segnato il debutto in A del Crotone allo stadio “Ezio Scida”.

1 il cartellino rosso rimediato da Manolo Gabbiadini che trova la prima espulsione in carriera in maglia azzurra.  Primo gol napoletano ed in massima serie invece per il serbo Maskimovic.

5 le reti azzurre allo “Scida”: curiosamente il risultato delle 3 sfide disputate finora nella città pitagorica è sempre stato lo stesso. Luppi e Graffiedi nella vittoria del Napoli di De Canio nel 2001-2002, un’autorete dell’ex Zamboni nella sconfitta nell’anno della promozione in A con Reja e quelle messe a segno oggi da Callejon, al 51° centro assoluto con il Napoli e da Maksimovic. In pratica a Crotone vanno in gol soltanto difensori ed attaccanti.

30 – le vittorie in A di Sarri sulla panchina azzurra: un dato inequivocabile per il tecnico nativo di Bagnoli che ha totalizzato finora 47 partite in A con appena 8 sconfitte e 9 pareggi. L’ex Empoli somma a questo dato anche altre 13 panchine tra Coppa Italia e Champions League, con un pareggio, due sconfitte e 10 vittorie.

40 i gettoni totali di El Kaddouri in azzurro, che subentrando nel finale arriva a quota 90 gettoni in massima serie. In larga parte da subentrato, ma il marocchino nell’anno di gestione Mazzarri ed in questa stagione e mezza con Sarri si sta riscoprendo suo malgrado un jolly offensivo, impegnandosi da esterno destro, interno di centrocampo e ultimamente anche da falso nueve.

105 – Mertens in un colpo solo ne fa 105 in A e 149 in azzurro. In campionato il belga ha finora sempre disputato più di 30 partite tra titolare e subentrato con 24 gol all’attivo, numeri che lo hanno portato al 25° posto posto complessivo nella classifica all time dei marcatori azzurri.

170 – Callejon si regala un gol nel giorno del suo 170° incontro disputato con gli azzurri. Insostituibile è dire poco per il talento di Motril: un solo match saltato il primo anno (Sassuolo-Napoli in campionato), nessuno nel secondo anno di Benitez, un solo stop lo scorso anno in Europa League nel ritorno dei sedicesimi con il Villareal.

 

About author

Gianluigi Noviello è laureato in Comunicazione ed è specializzato in Management Olimpico presso la Scuola dello Sport di Coni Servizi. Giornalista pubblicista dal 2007.
Related posts
CampoPlayers

L'addio che insegna

ClubCoachComunicazione

La piazza dei fessi

Comunicazione

E' proprio vero: i soldi non fanno la felicità

Campo

L'indigesta fragranza di Champions