fbpx
Campo

Road to Baku, occhio al semaforo “giallo”

La strada verso Baku entra nel vivo così come il campionato si avvia al rush finale dopo l’ultima sosta per le nazionali: in casa Napoli è tempo di mettere a punto ogni minimo dettaglio per arrivare pronto agli appuntamenti clou della stagione.

Tra i vari aspetti da considerare ve ne è uno di particolare importanza e riguarda squalifiche e diffide: se in Europa il rischio è limitato alla doppia sfida con l’Arsenal per i soli Mario Rui e Milik (il regolamento dell’Europa League azzera le ammonizioni al termine del turno dei quarti di finale ndr) in campionato invece le cose potrebbero complicarsi soprattutto in caso di ulteriori rallentamenti in classifica per blindare il secondo posto, soprattutto alla luce delle ultime defezioni per infortunio.

Al momento Albiol ed Allan sono i più a rischio, con lo spagnolo che dovrebbe ricomparire tra i convocati verso metà aprile: un tour de force ed una situazione di emergenza che vedrà costretto Ancelotti a fare i salti mortali proprio a ridosso della doppia sfida con i londinesi. Il brasiliano invece rischia di arrivare presto al secondo turno di stop forzato, considerando le sue caratteristiche di gioco che lo portano spesso sul taccuino dei “cattivi”: un vero problema ora come ora per Ancelotti, già costretto a fare a meno di Diawara.

Occasione da cogliere al volo per i vari Verdi, Ounas e Younes, pronti a trovare quella continuità finora negata da infortuni e scelte tecniche ma che forzatamente ora dovrebbero avere considerando il forfait prolungato di Insigne. Più complicata la situazione in difesa ed in mediana, con il solo Luperto come alternativa ai due centrali Koulibaly e Maksimovic (ad un passo dalla diffida in campionato).

Non è sbagliato pensare quindi ad un turn over forzato da alcune ammonizioni che potrebbero avere effetti anche provvidenziali in certi casi: al di là del test match con la Roma all’Olimpico dopo la sosta, il ciclo di impegni pre Europa League prevede in serie le sfide con Empoli, Genoa, Chievo ed Atalanta con una situazione di classifica che ci si augura possa essere già archiviata positivamente, dando così la possibilità di far esordire magari anche qualche giovane della Primavera nel finale di stagione.

About author

Gianluigi Noviello è laureato in Comunicazione ed è specializzato in Management Olimpico presso la Scuola dello Sport di Coni Servizi. Giornalista pubblicista dal 2007.
Related posts
Players

Amorevolmente glaciale

Players

Vogliatemi bene per quello che sono

Campo

Il viola beneagurante

ClubPlayers

Napoli? No, grazie