fbpx
ClubComunicazione

Inspiegabile masochismo

Il Napoli è come un pugile che sferra cazzotti importanti ma poi, senza spiegazione logica, se ne suona qualcuno in pieno volto.

Noi ci proviamo a difenderlo, non per partito preso ma perché lo merita.

Lo dicono i risultati, lo dicono le classifiche degli ultimi anni, lo dicono i punti conquistati, lo dicono le plusvalenze maturate che non sono altro che il frutto di oculate, strategiche e riuscite operazioni di mercato.

Ma si potrà mai criticare una società che dimostra di sapersi auto-finanziare e, al tempo stesso, mantenere altissimo il livello prestazionale e competitivo?

Il Napoli va elogiato, difeso e pungolato laddove, all’interno di una gestione complessivamente buona, si evidenzino aspetti migliorabili.

Ma la vera domanda è: perché si fa del male da solo?

Perché organizza una conferenza stampa in cui esplicita una faraonica offerta a Koulibaly quando sa benissimo che il Chelsea affonderà il colpo e il calciatore considera finita l’esperienza napoletana?

Perché alimenta voci su Dybala quando sa benissimo che ci si impelagherebbe in un contratto milionario non più sostenibile dalla pianificazione economica del club?

Adesso sapete cosa accadrà?

Quello che è accaduto sempre: il Napoli azzeccherà i suoi acquisti, che si inseriranno alla grande, che faranno bene, che saranno funzionali al progetto, qualunque esso sia.

Ma nessuno se ne accorgerà.

Perché nulla sarà capace di annientare l’amaro in bocca che hanno lasciato gli addii inaspettati e i mancati arrivi sognati.

Quale è la strategia che c’è dietro? Non lo comprendiamo.

Ma una strategia c’è o si tratta di assoluta inadeguatezza?

About author

Guido Gaglione è docente di arte e immagine, operatore di ripresa e giornalista pubblicista dal 2015.
Related posts
Players

Tot ziens, scugnizzo belga

Comunicazione

Enfatizzazione no-stop

ClubComunicazione

A.A.A. cercasi leader

CalciomercatoComunicazione

Maestri di svilimento