fbpx
Calciomercato

Stupidi o intelligenti?

Non ci sentiremo un pochino tutti più stupidi se il Napoli dovesse sorprenderci in positivo durante la prossima stagione?

Non riterremmo assolutamente inutile, se non deleterio, tutto il disfattismo dilagante che da settimane sta scorrendo come un fiume in pieno tra le strade della città?

Stiamo commettendo un errore grave, il solito, perpetuato e noioso errore: giudicare prima del tempo.

Attenzione: nessuna spada tratta a favore del Napoli.

Le tempistiche che stanno accompagnando questo mercato sono sbagliate.

Così come sono sbagliate le assurde regole che consentono al mercato di essere aperto fino alla fine di agosto col campionato già iniziato da quindici giorni.

A prescindere da ciò, ad oggi la situazione è preoccupante.

Il Napoli è in clamoroso ritardo.

Aurelio De Laurentiis ha programmato la rifondazione, sia tecnica che economica e va bene. Ci sta.

Non giudichiamo male – quindi – le cessioni pesanti fin qui avvenute, così come non definiamo ridimensionamento quello tecnico.

Il calcio è un gioco imprevedibile, i risultati non sempre sono la logica conseguenza del monte ingaggi.

Quindi attendiamo.

Attendiamo fiduciosi. Aspettiamo vengano conclusi gli acquisti, aspettiamo pure di vederli all’opera. Poi giudicheremo.

Ma le tempistiche – ad oggi – sono allarmanti.

Non si può non dire che arrivare a pochi giorni dall’inizio del campionato con una squadra incompleta in questa misura non sia preoccupante.

Spalletti – al di là delle dichiarazioni di facciata – non è contento.

Questo è un dato di fatto che va raccontato ma non deve essere un dado tratto con accezione negativa.

Il nostro compito deve essere quello di informare non quello di fare previsioni drastiche su qualcosa di cui nessuno conosce l’epilogo.

Dunque, preoccupazione si, tanta. Giudizi no, nessuno.

Essere negativi, critici e disfattisti prima di vedere all’opera i ragazzi che daranno vita al nuovo Napoli è un errore.

About author

Guido Gaglione è docente di arte e immagine, operatore di ripresa e giornalista pubblicista dal 2015.
Related posts
Campo

Demme, Zanoli e Ndombele, titolari fondamentali

Campo

E Ibrido sia

Comunicazione

Incitateli a prescindere

Campo

Calma e sangue azzurro