fbpx
Players

Da Meret a Meret

Incredibilmente, anzi, credibilmente, stiamo già vivendo una sorta di massacro mediatico per non aver acquistato il portiere.

Lo diciamo subito anzi, lo ripetiamo, visto che in merito ci siamo già espressi: il Napoli su questo tema ha fatto un papocchio.

La storia a noi è stata sempre nota: Meret non convinceva, non ha mai convinto. Solo così si spiegano le tante panchine del friulano, i tentativi di trattenere Ospina, i famosi sondaggi su portieri internazionali di grandissimo livello che, per una serie di circostanze al limite della surrealtà, avrebbero potuto vestire la maglia del Napoli.

E va bene. Anzi, va male. Perché se tu non credi in un portiere lo mandi via.

Ma adesso che vogliamo fare?

Vogliamo piangerci addosso come se un portiere in porta non l’avessimo? Come se giocassimo in dieci?

Vogliamo annientare gli entusiasmi frutto di una campagna acquisti improvvisa e scoppiettante perché a difendere la porta ci rimarrà Alex Meret?

Quando la smetterà parte di questa tifoseria o anche parte di stampa di assumere posizioni e atteggiamenti deleteri solo e unicamente per continuare a sostenere il valore delle proprie tesi?

Per favore, diamoci un taglio. Ci vestiamo di ridicolo.

Se dovesse rimanere l’ex Spal lo sosterremo, lo incoraggeremo, lo difenderemo.

Faremo tutto ciò che non ha fatto il Napoli, anche se, alla fine, la voce societaria ci dirà che il ragazzo non è mai stato messo in discussione.

Meret può non piacere, ok.

Per più di qualcuno può aver deluso, ci può stare.

Per qualcun altro ancora non è adatto ad una piazza come Napoli.

Tutte tesi verosimili o folli. Non lo sappiamo.

Solo il campo potrà dircelo. Solo una stagione finalmente da titolare, finalmente intera e senza infortuni, finalmente con un portiere che gli fa da chioccia vera e non da ingombrante rivalità.

Non sappiamo – però – quanto sentirà la fiducia.

E questo ci preoccupa parecchio.

Perché si, ok, verrà confermato a furor di popolo (societario) gli verranno attaccate alla fronte tutte le etichette possibili e immaginabili di portiere su cui si è puntato fortemente ma, al ragazzo, risulterà facile crederci?

Chi gli cancellerà dalla pelle strati enormi di disistima?

Chi gli otturerà le orecchie per non fagli più ascoltare i nomi di Ospina, Kepa e Navas?

Chi lo distoglierà dalla convinzione estrema di essere sì il portiere del Napoli ma anche un ripiego?

About author

Guido Gaglione è docente di arte e immagine, operatore di ripresa e giornalista pubblicista dal 2015.
Related posts
Campo

Calma e sangue azzurro

CalciomercatoPlayers

Ti stimiamo, vai via

Campo

Sonni tranquilli?

Calciomercato

Stupidi o intelligenti?